Vincenzo Manes

Dynamo Camp è bene comune

Messaggio di errore

Notice: Undefined variable: is_front in eval() (linea 2 di /home/evincenp/public_html/modules/php/php.module(80) : eval()'d code).

“Dynamo Camp è Bene Comune”

Così Enzo Manes, fondatore del primo Camp di Terapia Ricreativa in Italia, ha presentato lo stato del progetto a 10 anni dalla sua creazione mettendo in evidenza anche i suoi sviluppi futuri. Tra le novità un Executive Course in Alta Formazione in collaborazione con Fondazione Adriano Olivetti.

L’open day 2017 di Dynamo Camp

Dynamo Camp ha aperto le porte alla Comunità per il suo Open Day nelle giornate del 7 e 8 ottobre 2017 e ha visto la partecipazione di più di 7.000 persone che hanno scelto di venire a toccare con mano l’efficacia della Terapia Ricreativa.

La giornata, ormai tradizionale, ha l'obiettivo di presentare lo stato del progetto e obiettivi di sviluppo a istituzioni, partner, sostenitori, donatori, e coinvolge staff, volontari, amici. Porte aperte al pubblico per far conoscere le peculiarità di intervento di Dynamo:

  • Accoglienza di bambini e ragazzi con patologie gravi o croniche
  • Vacanza e svago con l’obiettivo di contribuire a far riacquisire ai ragazzi e alle famiglie fiducia in se stessi e nelle proprie capacità.
  •  

I risultati di Dynamo Camp

Diamo uno sguardo ai numeri raggiunti nel 2017 da Dynamo Camp, a distanza di 10 anni dalla sua inaugurazione:

  • 814 bambini e ragazzi gratuitamente ospitati in programmi per Soli Camper (sono 6.570 dal 2007)
  • 1.005 bambini e familiari ospitati nei programmi per le famiglie (6.437 dal 2007) un totale di 1.809 persone gratuitamente ospitate a Dynamo Camp (13.000 dal 2007)
  • 3.600 bambini coinvolti in attività di Terapia Ricreativa in Outreach in ospedali, case famiglia e a bordo del truck Dynamo Off Camp (16.833 dal 2011) in numerose città italiane
  • 30.000 persone raggiunte dalla Terapia Ricreativa al Camp e in Outreach dal 2007
  • 848 volontari (5.841 dal 2007), formati per supportare bambini e ragazzi con gravi patologie
  • 171 persone che lavorano per il progetto, di cui 54 dipendenti, 75 persone di staff stagionale, 24 medici e 18 infermieri nelle varie sessioni
  • 140 ospedali e associazioni in tutta Italia fanno parte del network Dynamo Camp
  • 65 patologie accolte, con prevalenza di patologie oncologiche, neurologiche e diabete.

 

I progetti Dynamo Camp 2017

Tra i progetti portati avanti nel corso dell’anno segnaliamo i seguenti:

  • 9 artisti del panorama contemporaneo dell’arte hanno partecipato al progetto Dynamo Art Factory nel 2017 per creare opere coi bambini. Per la prima volta il progetto ha coinvolto, oltre che i bambini, anche le famiglie;
  • Dynamo Studios ha coinvolto 7 registi al Camp per creare cortometraggi con i piccoli ospiti;
  • Dynamo Musical oltre all’attività al Camp, ha coinvolto in Outreach 19 bambini e ragazzi a Milano che dopo 5 mesi di prove, grazie alla Scuola del Teatro Musicale, hanno portato lo spettacolo Grease sul palco del Teatro Puntozero all’interno del carcere minorile Beccaria;
  • Radio Dynamo, oltre all’attività al Camp e in ospedali e case famiglia, nel 2017 ha lanciato da Milano una trasmissione settimanale sulla Storia del Rock e un corso da deejay per bambini ex ospiti di Dynamo.

 

I numeri di Dynamo Camp: un bene comune

Enzo Manes ha presentato Dynamo Camp come un pianeta caratterizzato da generosità, impegno, responsabilità, lavoro, cultura, natura, comunità, futuro, normalità e felicità e per questo ha definito Dynamo Camp bene comune.

Serena Porcari, Amministratore Delegato, ha invece presentato i numeri e l’organizzazione del progetto gestito secondo i criteri del business management. La raccolta fondi ha raggiunto i 41,3 milioni dal 2007, composti da imprese, fondazioni, associazioni e cittadini privati: solo una minima parte è sostenuta da fondi pubblici.

 

Fondazione Dynamo: tra formazione e imprese commerciali virtuose

Oggi Fondazione Dynamo si muove in direzioni sempre diverse e va anche oltre l’attività di Dynamo Camp. Di seguito le molte iniziative parallele.

  • Academy, impresa sociale che si occupa di Social education e di Business for Common Good dal 2010 con più di 100 clienti tra le grandi imprese internazionali che operano in Italia e PMI, e 30.000 interlocutori aziendali coinvolti in questi anni. Dal 2016 Dynamo Academy è Local Authority di CECP che raccoglie oltre 150 CEO di grandi aziende convinte che il miglioramento della società sia una misura essenziale dei risultati del business.
  • Oasi Dynamo, Società Agricola attiva nella conservazione e sostenibilità ambientale attraverso attività di agricoltura, ricerca scientifica ed eco-turismo, gestisce 1.200 ettari con ottica di conservare, condividere, valorizzare la natura che la definisce, e che commercializza prodotti alimentari di cui molte linee bio, a marchio Oasi Dynamo, e ha un’attività di ristorazione presso Oasi Dynamo Cafè nella Unicoop di Novoli;
  • Pro Dynamo, impresa commerciale nel settore abbigliamento e accessori, che destina il 100% degli utili a progetti sociali di Fondazione Dynamo, in primis Dynamo Camp.

Tra le novità, Dynamo Academy ha annunciato insieme a Fondazione Adriano Olivetti un Executive Course in Alta Formazione, che debutterà nel 2018 e prevede moduli a Ivrea e a Limestre.