Vincenzo Manes

Nasce Nextep Investments – La sostenibilità come leva per creare valore

Messaggio di errore

Notice: Undefined variable: is_front in eval() (linea 2 di /home/evincenp/public_html/modules/php/php.module(80) : eval()'d code).

Investing in a sustainable tomorrow”  recita il pay off di Nextep, società benefit promossa da IntekGroup S.p.A., Diva Moriani e Nativa S.r.l. come prima piattaforma d’investimento italiana in aziende interessate ad integrare la sostenibilità nel proprio modello di business.

Sostenibilità intesa come innovazione e leva di crescita del valore, sia economico che ambientale e sociale. Perché le aziende sostenibili guadagnano di più e presentano rischi inferiori.

Nextep opererà attraverso differenti veicoli d’investimento dedicati ad asset diversificati; si inizia con una prima SPAC, con target di raccolta da 200-250 milioni, per acquisire il controllo di un’unica azienda sulla quale implementare la strategia Nextep; per poi passare alla raccolta di un fondo di private equity dedicato a target dimensionalmente più ridotti (ticket comunque superiori a 20 milioni), ma sufficientemente strutturati. Sempre investimenti di controllo o con governance forte, tale da consentire interventi incisivi. Ulteriori asset class (debito, real estate, ecc.) potranno essere successivamente oggetto di investimento da parte di veicoli d’investimento dedicati.

Nextep sceglierà un selezionato numero di aziende con DNA italiano, delle quali riconosce e intende amplificare il potenziale, senza restrizioni di settore, per apportare competenza, capitali e visione strategica ed accelerarne la crescita e l’evoluzione in una direzione di sostenibilità.

Rispetto ad approcci standard, che vedono i fattori ESG come un vincolo di compliance, Nextep ribalta la prospettiva perché li pone come fulcro della strategia di investimento, ferma restando l’attenzione per gli abituali fattori di valutazione del potenziale di crescita e l’attivazione delle tradizionali leve del management, prodotto e mercato, sinergie, tecnologia, digital ecc, per accrescere la redditività. Nextep apporta una solida competenza finanziaria, industriale e sulla sostenibilità, per rendere future fit – a prova di futuro - le aziende in cui investe.

In tal modo si contribuisce a colmare una lacuna nel mercato finanziario italiano e ci si allinea con le più avanzate pratiche, diffuse soprattutto nel mondo anglosassone e nel Nord Europa, dove già da alcuni anni si è dimostrato che la sostenibilità è una straordinaria leva di innovazione che crea più valore sia per gli shareholder che per altri stakeholder.

Le aziende e gli operatori finanziari riconoscono sempre più chiaramente l’imperativo della sostenibilità, per qualsiasi azienda e in qualsiasi settore. Inoltre, è sempre più forte l’evidenza che una gestione eccellente dei fattori ESG – Environmental, Social e Governance – è alla base di una superiore performance di business, sia nel breve che nel medio e lungo termine.

I numeri lo dimostrano, con oltre 23 tn$ di SRI – Social Responsible Investments – a livello globale, in crescita a doppia cifra nei portafogli dei principali asset manager del mondo, grazie anche a performance registrate nell’ultimo quinquennio superiori di oltre il 20% a quelle di titoli privi di rating ESG.

Blackrock, il più grande investor privato al mondo, ha chiaramente identificato nel ‘purpose’, inteso come creazione di un impatto sociale e ambientale positivo, l’elemento indispensabile per ridurre il rischio e rispondere a nuove esigenze dei mercati. Al punto da diventare fattore discriminante nella selezione dei propri investimenti.

Primari gruppi industriali, come Unilever, negli ultimi anni hanno misurato l’impatto positivo della sostenibilità come fondamentale leva di crescita. Ed è un trend, molto più recente, anche quello della finanza che diventa meno costosa per le aziende che presentano rating ESG elevati. Questi esempi dimostrano come i tempi siano maturi per un cambio di marcia nelle logiche in investimento.

I fondatori di Nextep apportano cumulativamente quasi 100 anni di expertise, maturata a livello internazionale, in ambito finanziario, industriale, sostenibilità, exponential technology acceleration e strategic advisory.

 

IntekGroup S.p.A. è una holding di partecipazioni diversificate, il cui obiettivo prioritario consiste nella valorizzazione dei singoli asset, siano essi costituiti da società, divisioni di business o singoli cespiti, con una accentuata focalizzazione sulla loro capacità di generazione di cassa o di accrescimento del valore nel tempo.  Intek Group realizza investimenti con orizzonti temporali prevalentemente di medio termine, con l’obiettivo di costruire e mantenere un portafoglio di attività flessibile, con cicli di investimento ridotti.

Diva Moriani è vicepresidente di IntekGroup e del gruppo KME. E’ membro dei consigli di amministrazione di primarie società italiane, quali ENI S.p.A., Assicurazioni Generali S.p.A. e Moncler S.p.A.. E’ inoltre membro dei consigli di amministrazione di Fondazione Dynamo e Associazione Dynamo Camp onlus.

Nativa S.r.l. Nativa è una società di consulenza attiva nel campo della sostenibilità, nata come prima Benefit Corporation in Italia, la cui sua mission è quella di creare un impatto positivo di larga scala sulla società, sulla biosfera e sull'economia. Branch italiana di The Natural Step - dal 1989 organizzazione no profit e punto di riferimento nella ricerca e nell’implementazione delle strategie di sostenibilità – di cui utilizza gli strumenti di innovazione, Nativa collabora con aziende leader che desiderano perseguire il benessere e diventare sostenibili nel tempo.
Nativa, dal 2014, è stata fondamentale nell'introdurre la legge riguardo le Benefit Corporation (Società Benefit) in Italia, diventando così il primo paese al mondo al di fuori degli Stati Uniti ad adottare la legislazione di Benefit Corp.