Vincenzo Manes

Rivalorizzazione KME: nuova partnership di Vincenzo Manes con la Cina

Messaggio di errore

Notice: Undefined variable: is_front in eval() (linea 2 di /home/evincenp/public_html/modules/php/php.module(80) : eval()'d code).

Intek Group, la holding gestita da Vincenzo Manes che controlla il gruppo industriale KME, rilevato diversi anni fa dalla famiglia Orlando, ha deciso di vendere parte delle attività ai cinesi della Zhejiang Hailiang co. Si tratta della principale società cinese nel settore delle barre di ottone e dei tubi di rame e già ad oggi vanta ingenti quote di mercato sia in America che in Asia, pur non essendo ancora riuscita a farsi largo nel mercato europeo.

L’accordo raggiunto tra le due aziende permette alla KME di vendere una quota della società ai cinesi per una cifra vicina ai 119 milioni di euro, ai quali verrà addizionata una ulteriore somma che andrà a saldare i debiti con altre società presenti al momento della firma della vendita.
Questa operazione finanziaria mette a disposizione nuovi capitali nelle casse della KME, offrendo nuove possibilità di investimento e crescita. Vincenzo Manes aveva infatti rilevato la KME nel 2005, dopo che la famiglia Orlando era incappata in una crisi finanziaria che aveva portato l’azienda a subite una perdita di oltre 200 milioni di euro. Dopo aver consolidato gran parte dei debiti del gruppo, che oggi fattura circa 1.6 miliardi con un ebitda di 77 milioni, Manes ha promosso la cessione delle quote azionarie al gruppo cinese al fine di liberare la KME dal residuo debito di 80 milioni investiti per acquistare l’azienda tedesca Mkm.

L’accordo con Zhejiang Hailiang co, Ltd riguarda il business delle barre di ottone in Germania ed Italia e quello dei tubi in Germania e Spagna interessando circa 1.100 dipendenti e un fatturato che nel 2017 ammontava a circa 540 milioni di euro con un ebitda pari a 15 milioni.
Sulla base di quanto raccolto al termine degli incontri tra i management delle due realtà, il closing dovrebbe avvenire entro la fine del primo trimestre del 2019. Una volta formalizzato l’affare, il gruppo cinese potrà entrare ufficialmente nel settore delle barre di ottone e dei tubi di rame in Europa, mentre la KME avrà un supporto finanziario con cui effettuare nuovi investimenti.