Vincenzo Manes

Vincenzo Manes: il suo progetto di volontariato fa sorridere i bimbi malati

Messaggio di errore

Notice: Undefined variable: is_front in eval() (linea 2 di /home/evincenp/public_html/modules/php/php.module(80) : eval()'d code).

Il manager del volontariato fa sorridere i bimbi malati

CHIARA BERIA DI ARGENTINE

In occasione della settimana di pasqua nell’oasi Wwf di Limestre, nella sede di “Dynamo Camp”, l’unico campo in Italia di terapia ricreativa che ospita gratis bambini dai 7 ai 16 anni con patologie gravi o croniche, sono arrivati 80 ospiti speciali.

In meno di 5 anni, il Dynamo Camp di Limestre che fa parte dell’ “Association of Hole in The Wall Camps” è arrivato nel 2010 a ospitare ben 787 bambini che per 7-10 giorni, vengono seguiti da medici e infermieri, uno staff tecnico di 37 persone e 450 volontari.

Il Dynamo Camp dice Manes è: “una delle più belle e meglio gestite organizzazioni non profit. Ogni anno raccogliamo tra donazioni di aziende, fondazioni e privati, eventi e contributi del 5 per mille, circa 3 milioni di euro”.
Manes, 51 anni, presidente e amministratore delegato in Intek Spa, comincia ad avvicinarsi al volontariato nel 1997 e entra in contatto con l’ “Association of Hole in The Wall Camps” ideata in America da Paul Newman nel 1988.

Sempre più attirato da quel mondo e deciso a impegnarsi in prima persona, Vincenzo Manes decide di farlo secondo il criterio della venture philantropy, cioè attraverso l’applicazione del venture capital alla filantropia.

Due anni prima di morire anche Paul Newman ha visitato la più bella impresa di Vincenzo Manes.